Ematologia

L’ematologia è la branca della medicina interna che si occupa del sangue e degli organi che compongono il sistema emopoietico. L’ematologo studia le cause, la diagnosi, il trattamento, la prognosi e la prevenzione delle malattie del sangue e degli organi emopoietici. Questi esami comprendono:

  • lo studio delle malattie dei globuli rossi e del metabolismo del ferro (anemie e policitemie);
  • la coagulazione del sangue e i suoi disturbi quali l’emofilia e la porpora;
  • i difetti dell’emoglobina (emoglobinopatie);
  • lo studio delle trasfusioni e delle tecniche trasfusionali;
  • lo studio del midollo osseo e dei trapianti di midollo.
Ematologia_san luca analisi

Gli esami:

questi esami dovrebbero essere di routine o preventivi per prevenire, ed eventualmente curare, malattie del sangue che possono essere:

* Leucemia

* Linfomi

* Mieloma

* Anemie

* Talassemia

* Leucocitosi

* Aplasia midollare

* Coagulopatie

* Emocromatosi

* Mastocitosi

* Piastrinopenia autoimmune

* Emofilia

* Agranulocitosi

F.A.Q.

Qui alcune delle risposte alle più comuni domande che vengono poste dai clienti. 

Per accedere alla prestazione é consigliabile un digiuno di almeno 8 ore (12 per esame ai Trigliceridi). Per i neonati può essere sufficiente un digiuno di 3-4 ore. Per digiuno si intende astensione da cibo, bevande, alcool, fumo, farmaci, esclusi i salvavita o secondo indicazione del medico curante. Si possono bere 1-2 bicchieri d’acqua.

E’ consigliabile non fare sforzi fisici né medi né intensi prima del prelievo, poiché potrebbe sfalsati i valori finali. Durante l’attesa bisogna rimanere il più possibile seduti.

Si consiglia per gli esami di routine di presentarsi in laboratorio la mattina a digiuno dalle ore 20,00/21,00 del giorno prima. E’ permessa la sola assunzione di acqua. Raccogliere un campione delle urine di prima mattina e consegnarlo al più presto in laboratorio. Il recipiente da utilizzare può essere tranquillamente acquistato in farmacia.

In genere, non occorreuna particolare preparazione al test per le intolleranze alimentari. Per il Breath test, invece, è necessario non fare uso di antibiotici ed estratti pancreatici nei 7/14 giorni antecedenti la data fissata per l’esame, mentre, almeno una settimana prima, va sospeso l’uso di lassativi, fermenti lattici  o antidiarroici. Il giorno prima non vanno consumati latte, latticini di origine animale e prodotti alimentari che possono contenere lattosio come additivo. Dalla sera del giorno precedente, il paziente deve rimanere a digiuno.

Le nostre certificazioni

Per ulteriori chiarimenti non esitare a contattarci

Telefono

2 Linee telefoniche

Orari

Da Lunedì a Venerdì